0331 548252
Dal lunedì al sabato 08.00 - 12.30 e 15.00 - 19.30
22 Ago 2017

OBIETTIVO: SORRISO PERFETTO!

Parliamo di bellezza, di pelle, di corpo e di capelli.

Spesso però, nel parlare di bellezza – associata sempre alla nostra idea di salute – dimentichiamo un elemento e un aspetto fondamentale: il sorriso.

E’ noto a tutti che un buon sorriso contribuisca fortemente alla bellezza complessiva di una persona.

Prendersi cura del proprio sorriso con costanza consente di sfoggiare denti perfetti e contribuisce a migliorare lo stato di salute generale della persona.

Lo stato dei denti e della bocca influisce in maniera diretta e indiretta sullo stato di salute generale della persona in primis perché una corretta masticazione è fondamentale per poter seguire una dieta sana e variegata, ma anche per agevolare la digestione e ridurre i disturbi a carico dell’apparato digerente.

La corretta occlusione di mandibola e mascella gioca un ruolo molto importante nel prevenire problemi più o meno gravi a livello articolare e non solo: studi recenti hanno dimostrato l’esistenza di una relazione tra i difetti della masticazione e le emicranie ricorrenti, portando alla ribalta i grandi benefici dei trattamenti di ortodonzia, che non hanno quindi una finalità semplicemente estetica ma sono importanti anche per evitare di incorrere in disturbi invalidanti in età adulta.

 

In generale, sono molte le patologie che possono insorgere quando viene meno una cura attenta e scrupolosa della bocca: dalle semplici carie e alle fastidiose parodontiti, fino ad arrivare agli ascessi, le infezioni degli alveoli dentali e del tessuto che circonda le radici, particolarmente complesse da trattare ed estremamente dolorose.

 

Prendersi cura del proprio sorriso non è certo un’impresa impossibile: occorre armarsi di una buona dose di pazienza e stabilire una corretta routine di pulizia della bocca e di controlli dentistici presso un professionista di fiducia.

 

Spazzolino tradizionale ed elettrico sono ottimi alleati della salute dei denti, specie quando utilizzati in maniera corretta, ovvero senza eccedere con la pressione delle setole contro il dente e senza andare ad irritare le gengive. La pulizia con lo spazzolino permette di rimuovere i residui di cibo e allontanare quegli zuccheri che tendono a depositarsi sullo smalto e a dare luogo ai processi di fermentazione che ne causano la lenta erosione.

 

Consumare molta frutta e verdura è utile per assicurarsi un sorriso sempre smagliante: l’azione meccanica delle fibre di questi prodotti vegetali effettua una naturale azione purificatrice e sbiancante sullo smalto, mentre le vitamine e i sali minerali contenuti al loro interno favoriscono la salute delle gengive. Periodicamente, occorre sottoporsi ad un trattamento di pulizia dei denti, tramite il quale è possibile rimuovere la placca che si forma attorno ai colletti dentali e che può essere causa di carie, arrossamenti delle gengive e altri fastidiosi disturbi.

 

 

27 Lug 2017

NEXTING: VIVERE CON IL SORRISO!

Nello scorso pezzo del blog abbiamo parlato di vacanze e di detox.

Altre ricerche parlano di “nexting”, della capacità di affinare la predisposizione a vivere  in modo sorridente. Se ci aspettiamo il meglio, ci prepariamo a viverlo, lo visualizziamo e la realtà non ci deluderà.

Succede spesso, ma questo non vuol dire ovviamente che il nexting da solo sia sufficiente. È stato calcolato che la sua influenza sul raggiungimento di un obiettivo è pari al 14%. Il restante 86 % dipende dalle nostre capacità, dal caso e dalle circostanze.

Secondo Michel Lejoyeux, massima autorità francese nel campo della psicologia cognitiva e nei disturbi d’umore, questo 14 % è fondamentale per dar modo agli altri parametri di esprimersi.

Il nostro cervello – afferma lo psichiatra francese – è la migliore arma contro la depressione di cui disponiamo. Questo organo trabocca di energia, basta che impariamo a lavorare bene con lui e ad allenarlo per stare sempre meglio. Nel nostro cranio custodiamo una formidabile macchina del buonumore. Il problema è che ci è stata fornita senza il manuale di istruzioni“.

 

Per vivere meglio bisognerebbe quindi imparare il “nexting”. Qui 5 mosse da seguire per seguire.  

Cinque consigli utili per raggiungere la neurofelicità: per proteggerci dalle brutte notizie e anche per vivere meglio le relazioni con gli altri.

 

  1. Proteggersi dalla nostalgia collettiva

Limitate il vostro tempo di esposizione alle cattive notizie. Non prolungate le discussioni e impegnatevi senza passare il tempo a lamentarvi o a criticare. Scegliete bene a che cosa dedicare il vostro impegno, la vostra attenzione e a quel punto rimboccatevi le maniche.

  1. Fate la rivoluzione contro il vostro cervello

Cambiare attività, alternare impegni diversi vi renderà più produttivi e contenti. Risvegliate i neuroni che si sono addormenti: liberate e despecializzate il vostro cervello.

  1. L’arte del dimenticare

Dimenticare è utile, ma difficile. Non basta dirlo al cervello. Per far sì che il cervello non memorizzi occorre distrarlo, anzi annegarlo in un mare di informazioni. L’amnesia per saturazione funziona molto meglio di quella per cancellazione. Riappropriandosi dei dati piacevoli della propria vita non si sopprimono quelli sgradevoli, ma si riduce lo spazio vitale a loro disposizione.

  1. Scoprite il piacere della gratitudine

La gratitudine vi farà passare da una condizione passiva, di attesa e di rimprovero, a una attiva. Anche se la gratitudine vi può apparire un po’ artificiosa, mettetela in pratica, vi porterà benefici innegabili.

  1. Fate l’amore

L’amore è l’antidoto più efficace contro la tristezza. L’innamoramento ci fa sentire dinamici e pieni di energia. L’amore fa bene al cuore, abbassa i livelli degli ormoni dello stress, protegge i vasi sanguigni e aumenta l’aspettativa di vita, migliorandone la qualità. Gli innamorati presentano elevati livelli di serotonina, il neurotrasmettitore del buonumore. È come se assumessero un antidepressivo estremamente potente senza subirne gli effetti collaterali.