Via Pontida, 2 - Legnano
0331 548252
Dal lunedì al sabato 08.00 - 12.30 e 15.00 - 19.30
12 Gen 2018

FERMARE L’INFLUENZA? BASTA SEGUIRE SEMPLICI REGOLE!

Ne continuiamo a parlare perché continua quella che è stata definita una epidemia.
Una delle protagoniste indiscusse di questa stagione è l’influenza. Ma è davvero la più pensante degli ultimi anni? Scopriamo come evitare di ammalarsi con semplici regole da attuare fin da subito.

Il mese dell’influenza

Molti sono stati costretti a passare le ultime festività a letto. Pronto soccorsi e ambulatori di tutta in Italia sono stati presi letteralmente d’assalto. L’elevato tasso di contagi è stata particolarmente intensa, contro tutte le aspettative di novembre. E il numero dei contagi non sembra voler scendere. Il motivo? La mutazione continua del virus influenzale gli permette di nascondersi dal nostro sistema immunitario, colpendoci ogni anno. I virus in circolazione in questa stagione sono appartenenti a due ceppi differenti, A e B e molte persone non hanno le difese immunitarie sufficienti a contrastarli. Ma evitarli si può.

Evitare il contagio con quattro semplici regole

Prevenire l’influenza, nonostante il contagio continuo e la mutazione in corso è possibile. Il primo consiglio è sempre quello di vaccinarsi. Il vaccino diminuisce il rischio di contrarre le complicazioni legate all’influenza. Per questo è particolarmente indicato per gli individui più anziani. Con il vaccino la protezione non è totale ma dà la possibilità di diminuire il rischio di contagio e la circolazione del virus viene contrastata.
Lavarsi le mani prima di toccarsi le parti più delicate, come naso occhi e bocca resta una buona abitudine che diminuisce il contagio. Così come evitar le strette di mano. Anche un semplice starnuto può essere il passaggio che incide sul contrarre l’influenza. Come evitarlo? Coprendosi la bocca con un fazzoletto o il gomito invece che con la mano. Il segreto per una guarigione reale, evitando le ricadute, è il riposo. Non costringersi a uscire ma aspettare la completa guarigione e il ritrovamento delle forze.

Sono semplici consigli che se attuati potranno evitare non solo il contagio ma potranno fermare il dilagare di questo virus. Vitamine e una corretta alimentazione potranno aiutare la guarigione e aumentare le difese immunitarie, i nostri grandi alleati.

 

 

 

10 Gen 2018

INFLUENZA: PICCHI MA ANCHE RIMEDI

Abbiamo già affrontato l’argomento influenza ma dati, statistiche e rilievi sul campo di riportano qui.

Dunque, andiamo per ordine.
Il 2017 si è chiuso con un brusco aumento del numero di casi d’influenza in tutte le classi di età.
Nell’ultima settimana dell’anno il livello d’incidenza della malattia in Italia ha raggiunto gli 11,11 casi per 1000 assistiti. È quanto emerge dal rapporto Influnet – Rete nazionale di sorveglianza influenza, coordinata dall’Istituto superiore di sanità (Iss), secondo il picco è previsto per la metà di gennaio.

Secondo il rapporto, la fascia d’età maggiormente colpita dall’influenza è quella dei bambini di età inferiore ai cinque anni, in cui si osserva un’incidenza pari a circa 29,2 casi per 1000 assistiti. Segue la fascia d’età compresa tra 5 e 14 anni, in cui l’incidenza è pari a 19 casi per mille assistiti. Si riscontra un brusco aumento anche tra gli anziani, in cui l’incidenza è pari a 6,3 casi per mille assistiti.

Il numero di casi stimati nella settimana dal 25 al 31 dicembre è pari a circa 673.000, per un totale, dall’inizio della stagione di sorveglianza, di circa 2.168.000 casi. In tutte le Regioni italiane il livello d’incidenza è pari o superiore a 10 casi per 1000 assistiti tranne in Friuli Venezia Giulia, Veneto e Val d’Aosta, in cui si mantiene a circa 4 casi per mille assistiti.

Seguiamo sempre le indicazioni del medico di base, ricordate di non avere fretta e anche se il lavoro chiama dobbiamo darci il tempo della cura e della ripresa. Sia prima che dopo dobbiamo ricordarci di rafforzare il sistema immunitario e proteggerci dai fattori di rischio.

09 Dic 2017

INFLUENZA: 467MILA ITALIANI A LETTO E IL PICCO ARRIVERA’ A CAPODANNO

Non esiste inverno senza influenza. E con un mese di anticipo rispetto a quanto atteso, la stagione influenzale sembra essere iniziata.

Sono 467mila gli italiani a letto a causa dell’influenza e anche se il virus di quest’anno è meno aggressivo, si stima che colpirà un numero maggiore di persone.

Il picco è previsto durante le feste natalizie e precisamente, secondo gli epidemiologi, proprio verso Capodanno.

Di questo e non solo si è discusso anche durante il Congresso Nazionale della Società italiana di medicina generale e delle cure primarie. Da qui il caloroso invito a vaccinarsi.
La buona notizia è che, stando ai medici, in molti dei loro ambulatori le scorte vaccinali si sono esaurite nel giro di pochissimi giorni. Potrebbe essere questa una prima dimostrazione di una ritrovata e rinnovata fiducia dei cittadini verso questi importantissimi presidi sanitari salvavita, dopo anni di diffidenza.

Ricordiamo che c’è ancora un po’ di tempo per provvedere al vaccino e che questa pratica risulta indispensabile soprattutto per bambini e anziani.
L’influenza è una fedele compagna di stagione ma, in presenza di situazioni fisiche e/o patologiche, può recare seri problemi.

Ma non solo. Prima che l’influenza arrivi ci sono tante altre possibilità di prevenzione e noi vi abbiamo dato, dal blog alla realtà – diverse indicazioni.

 

Ci vediamo in farmacia 🙂

16 Nov 2017

INFLUENZA: AIUTIAMOCI CON GLI INTEGRATORI

Abbiamo già iniziato a parlare dei primi freddi e questi, unitamente agli sbalzi di temperatura, spesso sono accompagnati da un’altra  componente: l’influenza.
Unita a malattie da raffreddamento e sindromi di natura infiammatoria, l’influenza costringe a letto per diversi giorni.
Più che riposo diventa un fermo obbligato e  in piu, se contratta in maniera pesante, mette a rischio la nostra salute e molti non possono permetterselo.

Non dimentichiamo che nessun malanno, neanche il più comune, come l’influenza, deve essere preso sotto gamba.

Anche per questo prevenire è meglio che curare!
Cosa fare quindi per evitare i numerosi disagi collegati a queste malattie?
Numerosi sono i prodotti che possono stimolare il sistema immunitario così da aumentare le difese e contrastare l’eventuale influenza. Non serve intervenire in questa fase con veri e propri medicinali che, se assunti senza il giusto consiglio medico, potrebbero ad esempio anche peggiorare la salute del nostro intestino, ed è proprio lì che risiedono circa il 75% delle difese immunitarie.
Gli integratori rappresentano l’aiuto migliore, soprattutto se uniti a una dieta variegata e ricca di specifici nutrienti.
Per niente aggressivi, gli integratori aumenteranno le difese immunitarie in modo naturale, consentendo al nostro organismo di essere pronto a fronteggiare i malanni e le differenti malattie da raffreddamento.

Non dimentichiamo poi che non sono solo cause esterne a mettere a rischio la nostra salute. Anche lo stress può aumentare il rischio di contrarre l’influenza. E anche in questo caso gli integratori, di proprietà adattogene e immunostimoltanti, ci potranno sostenere.

Assunti per via orale, gli integratori agiscono lì dove ne abbiamo più bisogno. Sposano i nostri bisogni, senza disturbare la nostra flora e peggiorare la nostra salute.

Vi aspettiamo in farmacia per individuare quello piu adatto alle vostre esigenze 🙂

 

10 Ott 2017

SETTE REGOLE PER NON AMMALARSI

L’autunno è arrivato e con il cambio di temperature, spesso, arrivano anche i malanni di stagione. Per questo, sulla base anche di uno studio americano, abbiamo pensato a sette semplici azioni da adottare per ridurre il rischio di raffreddori, tosse, mal di gola e influenza.

1) DORMIRE ALMENO 7 ORE PER NOTTE 

Dormire è fondamentale perche una carenza, specie se cronica, porta con sé il serio abbassamento delle difese immunitarie.

2) MANGIARE SANO 

Per non ammalarsi è fondamentale mangiare sano. Non saltare mai la colazione, fare tre pasti completi che comprendano sempre frutta e verdura, evitare bibite e cibi con troppo zucchero che rallentano la funzione immunitaria. E’ importante non arrivare affamati al pasto perché il corpo percepisce il digiuno come uno stress importante.

3) PRATICARE ATTIVITA’ FISICA 

È importante la pratica di attività fisica, basta anche una camminata tutti i giorni: l’esercizio riattiva la circolazione del sangue potenziando la funzione immunitaria.

4) LAVARSI LE MANI 

Fondamentale regola anti-contagio è il lavaggio delle mani: mai mangiare, mai toccarsi naso, occhi e bocca con le mani sporche.

5) CONTROLLARE LO STRESS 

Lo stess va tenuto a bada. Attraverso gli ormoni che mette in circolo, lo stress indebolisce le difese del corpo. Se la vita è troppo piena di impegni e frenetica, bisogna darsi un tempo per recuperare, onde evitare che lo stress vada fuori controllo.

6) RIDERE

Sesta regola, tenere alto lo spirito, ridere e frequentare persone piacevoli: la socialità infatti aumenta le difese immunitarie.

7) COPRIRSI ADEGUATAMENTE 

Infine è importante non prendere freddo. Un corpo ben riscaldato può prevenire il contagio di virus.

Superati i rischi dei malanni, l’autunno rimane una stagione magica da vivere.

Ci vediamo in farmacia per approfondire l’argomento 😉