0331 548252
Dal lunedì al sabato 08.00 - 12.30 e 15.00 - 19.30
15 Feb 2021

Protezione dalle infezioni virali

L’abbinamento tra diverse componenti permette di realizzare un approccio multifattoriale realizzato con l’obiettivo di ottenere uno spettro d’azione allargato, sfruttando le proprietà della quercetina, degli estratti di olivo (Oleafall) e del mirtillo rosso (Oximacro) integrati del contributo essenziale dei principali micronutrienti utili nel supportare la funzione immunitaria.

 

Cos’è la quercetina e come contrasta le infezioni virali?

La quercetina è un flavonoide ampiamente diffuso in natura (ortaggi, foglie, semi ecc) che oltre al noto effetto antiossidante mostra anche effetti nel contrastare diverse dinamiche caratteristiche delle infezioni virali.

La quercetina mostra inoltre interessanti capacità di inibizione nei confronti di diversi enzimi impiegati dai virus in corso di infezione quali per esempio polimerasi, proteasi, girasi ecc…

Inoltre, mostra interessanti proprietà di interferenza metabolica dovute alla capacità di legarsi con diverse proteine di superficie impiegate dai virus per aggredire le cellule bersaglio.

 

Oleafall, estratto di foglie di olivo

L’estratto di foglie di olivo – Oleafall titolato al 30% in oleorupeina e in particolare del suo derivato acido elenolico, si dimostra molto interessante in quanto citato come attivo nei confronti di numerosi virus e di alcuni batteri.

Sembra che il meccanismo principalmente implicato sia correlato alla capacità di interazione con diverse proteine virali, compromettendone la replicazione e favorendone l’eliminazione, con un significativo incremento della capacità di risposta immunitaria.

La somministrazione di oleuropeina in atleti delle scuole superiori ha evidenziato una riduzione della durata delle infezioni delle alte vie respiratorie (URI – Upper respiratory illness) del 28% rispetto al gruppo utilizzato come controllo.

 

Oximacro, estratto di mirtillo rosso

L’estratto di Mirtillo rosso – Oximacro altamente standardizzato e titolato in PAC-A con la metodica DMAC (quella impiegata nei principali studi che attestano l’efficacia) si dimostra molto interessante in quanto in grado di rivestire le glicoproteine virali con dinamica dose-dipendente compromettendone la capacità infettante.

Dati disponibili in letteratura confermano questi effetti nei confronti degli Herpes simplex virus (tipo 1 e tipo 2) e dei virus influenzali di tipo A e di tipo B. La titolazione in PAC-A con la metodica DMAC si rivela di estrema importanza in quanto sono proprio queste sostanze che si rendono direttamente responsabili dell’attività antivirale, ed è quindi fondamentale averle nei quantitativi idonei a paragonabili con gli studi di riferimento.

Anche numerosi micronutrienti si dimostrano utili nel supporto delle fisiologiche capacità di risposta dell’organismo; la Selenio-Metionina permette di supportare la formazione di enzimi con finalità anti-ossidante, che contribuiscono alla protezione dallo stress ossidativo esercitato dai radicali fortemente presenti nel corso della risposta immunitaria.

Il citrato di Zinco interviene come catalizzatore in numerose reazioni enzimatiche tra cui diverse implicate sia nella risposta immunitaria sia nei processi di recupero.

La vitamina C è nota per le significative proprietà anti-ossidanti, viene coinvolta nella biogenesi del collagene e dell’assorbimento del ferro (fondamentale per la funzione immunitaria), interviene inoltre come risparmiatore di quercetina, favorendone la cinetica.

Completa il tutto la vitamina B2, fondamentale in quanto supporto delle principali funzioni metaboliche impiegate nella produzione di energia, messe a dura prova soprattutto quando l’organismo si trova sottoposto a numerosi stimoli stressogeni, come ad esempio in corso di infezione.

L’insieme di queste risorse nutraceutiche si dimostra potenzialmente funzionale ad un supporto a “spettro allargato” di quelle che sono le fisiologiche capacità di risposta dell’organismo ai processi infettivi di origine virale.

 

Bibliografia

Ruben Manuel Luciano Colunga Biancatelli, Max Berrill, John D. Catravas, Paul E. Marik. Quercetin and Vitamin C: An Experimental, Synergistic Therapy for the Prevention and Treatment of SARS-CoV-2 Related Disease (COVID-19) Front Immunol. 2020; 11: 1451. Published online 2020 Jun 19. doi: 10.3389/fimmu.2020.01451

Roxas M, Jurenka J Colds and influenza: a review of diagnosis and conventional, botanical, and nutritional considerations Altern Med Rev. 2007 Mar;12(1):25-48.

(2) Vaughan Somerville , Rachel Moore , Andrea Braakhuis The Effect of Olive Leaf Extract on Upper Respiratory Illness in High School Athletes: A Randomised Control Trial Nutrients . 2019 Feb 9;11(2):358. doi: 10.3390/nu11020358.

Terlizzi MA, Occhipinti A, Luganini A, Maffei ME, Gribaudo G. Inhibition of herpes simplex type 1 and type 2 infections by Oximacro(®), a cranberry extract with a high content of A-type proanthocyanidins (PACs-A) Antiviral Res. 2016 Aug;132:154-64. doi: 10.1016/j.antiviral.2016.06.006. Epub 2016 Jun 16.

Luganini, a., terlizzi, m.e., catucci, g., gilardi, g., maffei, m.e., gribaudo, g. (2018) The cranberry extract Oximacro® exerts in vitro virucidal activity against influenza virus by interfering with hemagglutinin. Frontiers in Microbiology, 9: 1826

Bertuccioli A Neri M. Integrazione Naturale e Fitoterapia -2012 Elika editrice – Cesena

18 Dic 2020

Omega 3 di qualità – Come riconoscerli

Pochi integratori come gli Omega 3 stanno godendo di un’ampia attenzione perché racchiudono una lunga serie di proprietà salutistiche utili nella vita di tutti i giorni ed anche agli sportivi.

Molti studi hanno chiarito il meccanismo attraverso cui gli Omega 3 modulano la risposta immunitaria e l’infiammazione. Il loro effetto dipende da diversi fattori, come il tipo e la quantità di acidi grassi introdotti con l’alimentazione e la durata di assunzione di supplementi e integratori alimentari.

Diversi studi clinici hanno dimostrato l’efficacia degli integratori a base di olio di pesce, ricco di Omega 3, di modulare l’attività delle molecole proinfiammatorie e dei fattori coinvolti nella risposta immunitaria.

Tra le tante altre peculiarità migliorano la circolazione sanguigna, agevolano le funzioni cerebrali, proteggono la vista, contribuiscono a mantenere normali i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

Gli sportivi sono particolarmente soggetti a sviluppare infiammazioni sia nel tessuto muscolare che articolare; gli Omega 3 riescono a ridurre e controllare l’infiammazione sia legata all’attività fisica che ad altri fattori. Inoltre una maggiore ossigenazione torna certamente a supporto dell’afflusso di ossigeno ai muscoli.

Ma non tutti gli Omega 3 sono uguali: quelli usati nella nostra linea Nutrifarma e Keforma usano una materia prima certificata OLIO DI PESCE KINOMEGA CERTIFICATO IFOS 5 STAR, GOED.

L’IFOS è l’abbreviazione di International Fish Oil Standards: si tratta di un protocollo di analisi rilasciato da un ente indipendente (Nutrasource Diagnostic inc.) con sede presso l’Università di Guelph in Canada, che dispone delle più costose e avanzate tecnologie necessarie per testare la qualità degli Omega 3.

La certificazione IFOS è la massima garanzia di qualità per il consumatore che può controllare in un registro pubblico . Nella procedura utilizzata per ottenere il principio attivo dei nostri OMEGA3 l’olio di pesce è sottoposto a processi di ultra filtrazione e distillazione sempre più raffinati per aumentare un’elevata quantità di EPA e DHA nel prodotto finito.

Tutto il processo di distillazione e di estrazione è orientato a garantire sia un alto tenore di EPA e DHA, ma anche l’assenza di sostanze tossiche (come il mercurio, la diossina, il pcb ecc.).

Gli Omega 3 presenti negli integratori di Nutrifarma e Keforma sono nella forma di trigliceridi per fare in modo di ottenere la massima bio-disponibilità rispetto ad altre forme che sono sotto forma di estere etilico.

GOED (Global Organization for EPA and DHA) rappresenta l’industria mondiale degli Omega 3 EPA e DHA e stabilisce gli standard di qualità per offrire i massimi livelli di purezza. Il suo obiettivo è di garantire ai consumatori che i membri di questa associazione producano prodotti della massima qualità.

NUTRIFARMA e KEFORMA garantiscono ai suoi utilizzatori un prodotto con la massima efficacia e purezza, in grado di supportare l’ allenamento, il recupero e la salute.

da www.keforma.com

26 Set 2019

COLLAGENE PEPTAN

PEPTIDI DI COLLAGENE PEPTAN

Durante la nostra età adulta, i nostri corpi iniziano a produrre meno collagene. Questo processo inizia quando abbiamo circa 30 anni e accelera verso i nostri 40 anni, portando agli inevitabili segni dell'invecchiamento. La perdita di collagene è un processo naturale. Ma altri fattori possono accelerare il processo e portare a primi o più intensi segni dell'invecchiamento, come l'esposizione ai raggi UV, all'inquinamento e alle scelte di vita.

Troviamo il collagene in diversi distretti:

  • Pelle; il collagene fornisce fermezza e struttura alla nostra pelle. Quando le cellule della pelle invecchiano il collagene si rompe; la nostra pelle diventa disidratata e più sottile, e iniziano a comparire i segni dell'invecchiamento.
  • Ossatura; man mano che i livelli di collagene diminuiscono, le nostre ossa si indeboliscono. A poco a poco, questo li rende più fragili e fragili.
  • Articolazioni; perdendo il collagene attraverso l'invecchiamento, perdiamo anche la cartilagine e la funzione articolare. Ciò provoca disagio alle articolazioni, rendendo più difficile rimanere attivi con l'età.
  • Muscoli; la perdita di collagene dovuta all'invecchiamento comporta una graduale perdita di massa e forza muscolare, che influisce sul nostro equilibrio, andatura e mobilità generale.

Per questo motivo dobbiamo integrare la quota di collagene ingerita con la nutrizione e per questo abbiamo scelto i peptidi di collagene Peptan. I peptidi di collagene come Peptan sono proteine ​​pure e bioattive, derivate da una fonte naturale al 100% e prive di effetti collaterali. I loro benefici per la salute sulla mobilità e sulla bellezza della pelle sono supportati da prove scientifiche pubblicate. Ulteriori indicazioni da modelli preclinici suggeriscono che Peptan aiuta a mantenere le ossa sane. Pertanto, Peptan è una soluzione olistica per mantenere la salute del sistema muscolo-scheletrico e supportare anche la bellezza della pelle. La matrice di collagene di tipo II idrolizzato come Peptan IIm ha dimostrato di supportare molteplici benefici per la salute delle articolazioni a un basso dosaggio giornaliero.

CHE COS'È IL PEPTAN?
Peptan è il marchio peptidico di collagene leader a livello mondiale nel segmento Rousselot Health and Nutrition. I peptani sono peptidi di collagene bioattivo che sono stati specificamente sviluppati per offrire molteplici benefici per la salute e proprietà funzionali. Numerosi studi scientifici hanno dimostrato la capacità di Peptan di promuovere una vita sana. I peptani sono peptidi di collagene di tipo 1 lo stesso tipo che si trova nelle nostre ossa e pelle. Peptan è un prodotto naturale di elevata purezza, contenente più del 97% di proteine ​​(su base di peso secco). Peptan sono peptidi di collagene bioattivo, la loro forma idrolizzata li rende facilmente digeribili dall'uomo.
Peptan può supportare la mobilità generale e la bellezza della pelle. Peptan è facile da usare ed è perfetto per quelli di voi che cercano formati di consegna convenienti, facili da consumare e innovativi che possano adattarsi alle vostre routine quotidiane.

21 Ago 2018

Donne in Gamba

Donne in Gamba

L'insufficienza venosa è una malattia vera e propria, soprattutto femminile, ma spesso non tutti ne sono consapevoli.
La causa può essere organica cioè causata da alterazioni patologiche delle vene oppure funzionale docuta ad un sovraccarico funzionale delle vene sottoposte a un iperlavoro (ridotta mobilità degli arti, linfedema).
Una volta accertata questa insufficienza venosa dunque bisogna prevenire e/o curare i sintomi attraverso uno stile di vita corretto, fatto di attività fisica, alimentazine idonea e...calze.
Consigli utili per il buon mantenimento dell'apparato circolatorio sono:

  • una camminata do 20 minuti ogni giorno che serve per mantenere elastici muscoli e vene
  • bere molta acqua
  • mantenere una dieta corretta per non appesantirsi

Esistono poi alimenti che possono essere d'aiuto per prevenire o curare in modo naturale la malattia venosa rinforzando i vasi sanguigni: sono i frutti rossi (mirtilli, ribes, more, lamponi).

Molto utili sono gli integratori specifici a base di centella asiatica, vite rossa, pilosella, creme, gel per azione topica.

Indispensabili le calze elastiche, rimedio ottimale in ogni momento, soprattutto in estate quando il caldo dilatando le pareti venose determina pesantezza agli arti inferiori.

Le nuove calze elastiche sono esteticamente belle, trasparenti o coprenti in diversi colori e fantasie.

Processed with MOLDIV
Processed with MOLDIV
12 Giu 2018

Prostata: l’integratore per un corretto funzionamento

Funzionalità Prostatica

Dopo i 50 anni dobbiamo mantenere la buona funzionalità prostatica e la natura ci viene in aiuto.

Prostavis complex è un integratore completamente naturale di ultima generazione che è in grado di ridurre i sintomi legati all'ipertrofia prostatica e alla prostatite, favorendo il corretto funzionamento della prostata.

Prostavis complex contiene:

  • Teupol 10p®: estratto di Ajuga Reptans che associato alla Serenoa Repens ha un effetto antiandrogenico, antinfiammatorio e antiossidante. Il teupolioside mostra un potere antiossidante superiore al resveratrolo, alla rutina e alla vitamina C
  • Serenoa Repens: agisce in maniera diretta inibendo l'enzima 5 alfa reduttasi, responsabile della conversione del testosterone nella sua forma attiva (DHT); agisce indirettamente abbassando la produzione di tutti i mediatori antinfiammatori.
  • Berberina: utile nella prevenzione delle infezioni delle vie urinarie.
  • Zinco: catalizzatore di numerose reazioni enzimatiche tra cui quelle implicate nella riposta immunitaria e nei processi di recupero.

Basta assumere una capsula al giorno prima del pasto principale per avere il massimo dell'efficacia.

24 Mag 2018

SOLE E SICUREZZA

Protezione solare: perché è importante usare solo prodotti sicuri!

Con l’arrivo della bella stagione non vediamo l’ora di esporci al sole ma, puntualmente, vi ricordiamo che la pelle deve essere ben protetta dai raggi dannosi. Non tutte le protezioni, però, sono davvero in grado di creare uno schermo efficace e quindi la scelta del prodotto giusto, sicuro e certificato diventa una priorità.

Abbiamo già dato nel tempo alcune indicazioni. fasce orare di esposizione, accorgimenti e altro ancora.
Oggi parliamo di prodotti solari. 

Per poter essere definita sicura, una protezione solare deve proteggere sia dai raggi UVA che da quelli UVB e non contenere sostanze dannose per la pelle. L’inci resta l’unico indicatore per capire quanto una protezione possa essere efficace e valida, e gli ingredienti da bandire sono:

  • l’Oxybenzone
  • il Diethyl e ethyhexil triazon
  • l’Od Paba
  • il 4 methilbenzyliden camphor

 

Tutte queste sostanze vengono assorbite dalla pelle e rischiano di creare danni irreversibili, dunque i solari che presentano questi elementi sono da scartare.

È preferibile poi scegliere protezioni solari prive di profumazioni, alcol, paraffina e parabeni, ingredienti che possono creare macchie cutanee e allergie, oltre a pruriti e rossori. Da evitare anche i prodotti che contengono retinyl palmitate, un derivato della vitamina A che aumenta la fotosensibilità della pelle rendendola così più esposta alle scottature e ai danni causati dai raggi solari.

Noi in farmacia ci siamo già attrezzati e non dimenticate di verificare il nostro spazio legato agli eventi e alle promo: ci sarà un’estate davvero calda!

 

 

20 Apr 2018

ESTATE 2018: SOLE E PROTEZIONE!

Prendere il sole? Sì, ma con precauzione!

Le belle giornate sono arrivate, l’estate si avvicina e le vacanze sono alle porte. E ciò cosa significa? Mare, piscina, relax. E soprattutto sole.
L’esposizione al sole, però, per quanto salutare possa essere, non sempre porta benefici. Per questo bisogna prendere delle precauzioni.
Quali sono le migliori? Scopriamole insieme.

I benefici e i possibili danni

Un elaborato studio svedese lo ha confermato: l’esposizione al sole può allungare la vita di due anni. Il segreto è nella maggiore produzione di vitamina D, capace di aumentare le difese immunitarie del nostro metabolismo, preservando la mineralizzazione dell’osso e prevenendo l’osteoporosi. Grazie alle endorfine, si avrà un maggiore senso di benessere appagamento. L’esposizione al sole, soprattutto quando è prolungata, porta con sé anche diversi disturbi, che si possono trasformare in rischiosi di tumori cutanei. Non solo, anche ustioni e irritazioni possono presentarsi e, in questo caso, i soggetti più a rischio sono i bambini. Evitare l’esposizione al sole, però, causerebbe danni non indifferenti. Il segreto per gioire dei benefici del sole, proteggendosi dai possibili danni, risiede nella prevenzione. Tutto dipende però dalle caratteristiche della nostra pelle. Chi ha la pelle più chiara avrà maggiori rischi di scottarsi in confronto alle persone che hanno una carnagione più scura.

I consigli per una corretta esposizione al sole


La Società italiana di Dermatologia ha confermato ciò che le nostre mamme e nonne dicevano sempre: bisogna evitare di esporsi al sole durante le ore più calde, dalle 11 alle 14. L’esposizione al sole deve essere graduale in modo che la pelle possa cominciare ad abbronzarsi. Ovviamente, il tutto dovrà essere regolato attraverso l’utilizzo di creme protettive.
Il consiglio è sempre quello di utilizzare creme con un fattore di protezione superiore a 30, preferendo in molti casi la 50. L’applicazione deve essere fatta ogni due ore, soprattutto dopo aver fatto un bagno rinfrescante. Gli specialisti confermano che le creme vanno utilizzate in quantità adeguate e consigliano di non credere alla dicitura “protezione totale”: in realtà le creme proteggono solo parzialmente. Anche le maglie colorate sono un ottimo filtro contro i raggi solari e le possibili scottature. Per i bambini è necessario cercare di evitare possibili ustioni, che rappresentano il maggiore fattore di rischio per il melanoma.

Queste semplici e utili precauzioni ci aiuteranno a gioire del sole, senza causare danni alla nostra pelle.

 

PS. Si, in farmacia abbiamo già tutti i solari 🙂

20 Giu 2017

SOLE: 4 SUGGERIMENTI PER GODERE A PIENO DI QUESTO DONO!

Il sole e i suoi raggi sono un vero dono della natura.

Ma,  come abbiamo visto, è indispensabile osservare delle regole e delle indicazioni ben precise.

 

Oggi, oltre le regole, vogliamo suggerirvi piccoli accorgimenti. Esattamente quattro.

 

  1. ALIMENTAZIONE. Per fortificare la pelle è bene iniziare da una alimentazione a base di frutta e verdura di stagione che contengono sostanze anti-ossidanti utili per contrastare i danni del sole. La frutta va bene tutta con preferenza per quella più acidula o colorata. La buccia contiene la maggior parte degli antiossidanti e andrebbe mangiata dopo un accurato risciacquo. Vanno bene anche spremute, centrifugati, frullati, nonché la frutta secca. Per chi non riesce ad avere una sana alimentazione, possono essere utili anche degli integratori.

 

  1. NO PROFUMI. È importante smettere di mettere profumi e oli sotto il sole perché per reazione possono provocare foto-dermatiti che si traducono in ustioni e poi macchie.

 

  1. PROTEZIONE. Non solo in vacanza, anche in città la protezione non va mai dimenticata perché i raggi del sole abbinati all’inquinamento aggrediscono la pelle non ancora pronta, esponendola alla comparsa di irritazioni, eritemi e scottature, come se fossimo su una spiaggia bianca. Questa è la stagione in cui molti abbandonano le palestre per fare attività sportiva en plein air, per andare in bici o fare lunghe passeggiate nei parchi. Anche in questi casi bisogna sempre proteggersi perché si tende a girare meno coperti esponendo parti del corpo che per tutto l’inverno sono rimaste coperte.

 

  1. OSSERVIAMO IL NOSTRO CORPO. I week-end in spiaggia sono il primo contatto a pelle nuda che abbiamo con i raggi solari e sono fondamentali per preparare la pelle ai bagni di sole delle vacanze estive. Questo è il momento in cui spesso si manifestano le malattie legate al sole . La più comune è la lucite polimorfa estiva che si verifica quando cominciano a comparire nelle zone sovraesposte piccoli punti rossi pruriginosi. Se ne abbiamo già sofferto in passato è meglio andare da un dermatologo per una cura preventiva. Se, invece, non abbiamo problemi, serve una foto-protezione adeguata che va rinnovata ogni paio d’ore per proteggersi dal sole e idratare la pelle.

 

Il sole è vita ma noi abbiamo la responsabilità della nostra salute, non dimentichiamolo.

Ci vediamo a Legnano, in farmacia 🙂

15 Giu 2017

NON C’E’ SOLE SENZA CREMA!

Non dovrebbe mai iniziare estate (ma anche primavera) senza creme solari 🙂

Perché se è vero che l’esposizione al sole dona enormi benefici, è anche vero che – senza obbedire a determinate regole – ci potrebbero essere importanti rischi.

Rischi per la salute – scottature, eritemi, melanomi, carcinomi – e per la pelle, rughe, segni di invecchiamento.

 

Restano validi alcuni consigli – come evitare di esporsi al sole durante le ore centrali e le più calde della giornata (dalle 12 alle 16), utilizzare la regola della gradualità, bere tanto, adottare un abbigliamento adeguato – ma, oltre questi, domina soprattutto la necessità del proteggersi.  Si, scegliere una crema adeguata è fondamentale.

In generale la scelta deve orientarsi su un prodotto che:

  • filtri tutte le radiazioni ultraviolette,
  • sia fotostabile,
  • non sia tossico o sensibilizzante,
  • resista all’acqua e al sudore.

 

E’ importante controllate sempre l’indice UV di una crema!

Le radiazioni solari sono classificate in base alla lunghezza d’onda e i raggi ultravioletti (UV) sono quelli che pur non essendo visibili all’occhio umano raggiungono gli strati meno superficiali della nostra pelle producendo un effetto sui tessuti e sul sistema metabolico.

Questi sono distinti in 3 categorie: raggi UVA, UVB e UVC.

  1. I raggi UVA penetrano in profondità e fanno scattare l’abbronzatura ma ci sono con cielo nuvoloso e, sebbene non provochino la classica scottatura, possono essere pericolosi nel tempo.
  2. I raggi UVB sono più dannosi e provocano la scottatura tipica da troppa esposizione, però sono anche benefici perché attivano il metabolismo della vitamina D.
  3. Le UVC sono le radiazioni più pericolose ma lo strato di ozono nell’atmosfera li filtra prima di arrivare al suolo.

Ricercatori e dermatologi sono concordi nel ritenere importantissimo che una crema efficace debba schermare sia i raggi UVB che UVA.

Un’altra cosa da controllare in una crema solare è il fattore di protezione (SPF ovvero Sun Factor Factor), che ci dà un numero (da 6 a 50+) relativo al tempo che si può trascorrere al sole senza riapplicare la crema solare e senza correre il rischio di scottature.

Si può scegliere la crema sulla base di questo indice, ma attenzione che un SPF con valore elevato non è più efficace di uno basso.

Sono infatti diversi i fattori che modificano la quantità di radiazioni solari che investe una persona: la durata dell’esposizione, l’ora, la posizione geografica e le condizioni meteorologiche.

In linea di massima è bene partire da un fattore 30.

SPF di 50 o +50 sono indicati per persone dalla pelle particolarmente chiara o per i ghiacciai e in alta montagna.

 

Cosa ne pensate? Per dubbi e per una buona scelta ci vediamo in farmacia 🙂

 

13 Giu 2017

SOLE SI, MA IN TOTALE SICUREZZA!

Sole: amico di salute, umore e bellezza.

Il sole è un amico della nostra salute perché riscalda, favorisce la produzione di endorfine, favorisce la sintesi della vitamina D e stimola molecole che giocano un ruolo nelle prime difese cutanee.

Il sole, però, da amico può diventare nemico se non si adottano le dovute precauzioni.

La pelle, infatti, anche se è predisposta naturalmente a proteggersi dal sole, ha bisogno di gradualità per dare il tempo alle cellule di prepararsi e riparare poi i danni delle esposizioni solari.

Affinché il sole sia davvero un amico della nostra salute, bellezza e buon umore è necessario affrontare l’esposizione – intenzionale e non – nel migliore dei modi e in totale sicurezza.

Esistono le partenze intelligenti, ma anche le esposizioni intelligenti 🙂

 

Anche per questo abbiamo pensato ad una guida, semplice e veloce, che può aiutarci a godere il sole in sicurezza:

 

  1. Il solare va applicato anche nei punti a cui di solito non si pensa, come il collo del piede, le orecchie
  2. E’ bene non lesinare sulla quantità, meglio applicare la crema in abbondanza e più volte durante il giorno
  3. E’ importante applicare la crema solare anche quando non si è in spiaggia o il cielo appare nuvoloso: i raggi UVA passano ovunque, in qualunque ora e in qualunque stagione.
  4. Mai dimenticare di portare con sé il solare quando si va in barca, in bici, a cavallo o quando si fanno lunghe passeggiate a piedi
  5. Il solare va applicato almeno mezz’ora prima dell’esposizione e rinnovato nel corso della giornata specie dopo bagni e docce
  6. E’ importante evitare di esporsi al sole nelle ore più calde della giornata (dalle 12 alle 16)
  7. Sono necessarie circa 48/72 ore prima che la melanina inizi a formarsi: per questo è importante fare attenzione a scottature ed eritemi specie nelle prime ore di esposizione
  8. Per ottenere un’abbronzatura sana e duratura è importante esporsi gradualmente, iniziando con un’alta protezione per poi abbassarla
  9. Per garantire alla pelle la giusta idratazione è importante consumare cibi ricchi di vitamina C, Vitamina E, betacarotene
  10. Per dare sollievo alla pelle e prevenire prurito e arrossamenti cutanei, non bisognerebbe mai trascurare l’applicazione di un buon doposole.

 

I passaggi e gli accorgimenti per rendere il sole un nostro amico sono semplici ma fondamentali.

Vi aspettiamo in farmacia per rendere il sole un nostro alleato.

Si, oggi è anche la giornata di SOLE, BELLEZZA E CONVENIENZA 🙂